Home / Itinerari Napoli / Itinerari / Decumano Inferiore

Decumano Inferiore

SPACCANAPOLI

SpaccaNapoli prende il suo nome dal  decumano della Napoli greco-romana  così chiamata perchè divide in due parti quella che era la Napoli ottocentesca.
La strada comincia dall'angolo di via Roma con la breve strada Maddaloni, dal nome del Palazzo cinquecentesco quivi esistente. Attraversata Via S. Anna dei Lombardi e percorsa Domenico Capitelli (gia Via Quercia) si giunge in Piazza Gesù Nuovo (già Piazza Trinità Maggiore ed in seguito anche Piazza G. Oberdan) denominata poi così dalla chiesa barocca dei gesuiti, edificata sull’area del rinascimentale palazzo Sanseverino, di cui conserva la facciata a bugnato a punta di diamante; il fulcro dell’area è costituito dalla barocca guglia dell’Immacolata, eretta tra il 1747 e il 1750 con i fondi di una sottoscrizione pubblica.
Rivolgendoci verso destra possiamo scorgere la Chiesa di S.Chiara. Questo magnifico Monastero trecentesco, poi  rinnovato nel 700, fu quasi interamente distrutto dall'incursione aerea del 4 agosto 1943. Con coraggio e pazienza la chiesa è stata ricostruita e le linee principali sono state mantenute, ma non ci sono più i dipinti dei de Mura, Di Maio, Bonito ecc.
Uscendo da S. Chiara si trova Via Benedetto Croce dato il fatto che   filosofo abitava nel Palazzo Filomarino già dei Sanseverino.
L’arteria si allarga nella piazza San Domenico Maggiore dominata dall’abside poligonale dell’omonima chiesa, dal gotico portale di Sant’Angelo a Morfisa e chiusa sugli altri tre lati da importanti palazzi nobiliari: Petrucci, Casacalenda, Sangro di Sansevero e Corigliano. Al centro la mirabile guglia di C. Fanzago e di D.A. Vaccaro, eretta per sciogliere un voto fatto durante la peste del 1656. Da non perdere la visita alla Cappella San

severo, che conserva il Cristo Velato, celebre capolavoro dello scultore napoletano Giuseppe Sanmartino.
Appena dopo Piazza S. Domenico viene la piazzetta Nilo, nome derivato da una colonia alessandrina ai tempi dell'impero romano.
Nel vicino Largo Corpo Napoli, a ricordare la colonia , c'è la statua del Nilo che i napoletani credettero, in seguito, d'identificare nel “corpo di Napoli”.
Tra Piazza S. Domenico e Piazzetta Nilo c’è Via Mezzocannone: non era così spaziosa come lo è attualmente e si chiamava Fontanula o Fontanola per la presenza di una piccola fontana. Verso la fine del '400 la fontanella fu sostituita da una fontana più grande nella cui vasca c'era una statua che raffigurava un uomo basso e tozzo. Per il popolino che chiama un uomo di bassa statura “'o miez'ommo”,la statua divenne “'o miez'ommo d'ò cannone” intendendo per cannone il cannello da cui sgorgava l'acqua. Per comodità il nome fu poi abbreviato in “miezo cannone” e anche quando dopo il risanamento la fontana fu rimossa, rimase il nome, italianizzato, di Mezzocannone. Appena oltrepassata la statua del Nilo, ci ritroviamo a Via S. Biagio dei Librai, nome dovuto alla corporazione dei librai. Appena inizia la strada c'è il aPalazzo Carafa dove nacque,nel 1476, Gian Pietro Carafa, il, futuro Paolo IV. Tra gli altri palazzi rinascimentali si notano: del Monte di Pietà con annessa Cappella, Marigliano e Carafa Santangelo.
Su via Duomo, degna di nota è la chiesa di S. Giorgio Maggiore, costruita fra la fine del quarto e l’inizio del quinto secolo, ma rifatta da Cosimo Fanzago nel Seicento. Nel secolo scorso, per l’allargamento di via Duomo venne abbattuta una navata.
“Spaccanapoli” oltre Via Duomo prosegue e prende il nome di Via Vicaria Vecchia, così chiamata perchè nel '400 c'era il palazzo del vicario, nome che in seguito fu dato a Castel Capuano quando vi furono riuniti tutti i tribunali. Più oltre la strada prende il nome di Forcella e termina dove una volta si ergeva la Porta Furcillensis.

 

zp8497586rq
x

Check Also

Cimitero delle fontanelle: alla scoperta delle anime dei teschi

Anticamente dalla collina detta “Colli Aminei”partivano degli impluvi che con l’attività erosiva crearono le condizioni ...

Alla scoperta degli antichi fondaci di Napoli

Alla scoperta degli antichi fondaci di Napoli I fondaci antichi luoghi di scambio e di ...

L’Anima Esoterica di Napoli: tour fra enigmi e segreti

L’Anima Esoterica di Napoli: tour fra enigmi e segreti Verremo condotti alla scoperta dell’anima esoterica ...

Archeotour: Lungo le vie del Sole di Napoli

Archeotour: Lungo le vie del Sole di Napoli Visita guidata alla scoperta delle antiche origini ...

La culla di Partenope: Tour alla scoperta delle origini di Napoli

L’itinerario vi condurrà alla scoperta delle origini mitologiche, alla nascita di Napoli  e della leggenda ...