Home / Eventi / Mostre / Mark Raidpere a Napoli alla Fondazione Morra

Mark Raidpere a Napoli alla Fondazione Morra

order generic viagra

Mark-Raidpere-300×226.jpg” alt=”” width=”300″ height=”226″ />Il 17 ottobre prossimo presso la Fondazione Morra Greco a partire dalle 19.00 parte il progetto Napoli OK di Mark Raidpere.
L’artista, di origine estone, è forse uno dei più apprezzati per il suo genere ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello mondiale.
Il progetto Napoli OK è incentrato proprio sulla mostra personale dei lavori di Mark Raidpere. Le opere di Mark sono veramente uniche perchè partendo da esperienze di natura familiare, riescono a trasmettere quel senso di inquietudine che alberga in ognuno di noi. Le tematiche preferite dall’artista sono di natura prevalentemente sociale quale è la violenza urbana e le persone che vivono situazioni ai margini della società, tuttò ciò però non è altro che un pretesto per far emergere le contraddizioni della nostra quotidianità. Le performance

artistiche in mostra nascono tutte dall’ispirazione che Mark ha tratto dalla sua permananenza a Napoli la scorsa estate. Lo stile inconfondibile di Mark lo si nota immediatamente perchè la tecnica documentaria è ben miscelata con delle caratteristiche da puro visionario.
La sua oniricità ci permette di intravedere la stessa anima di Raidpere con tutte le sue ansie e le sue paure verso un passato che certamente non lo ha soddisfatto, cosi come un futuro denso di ombre.
Il rapporto privato dell’artista con il padre è certamente il lietmotiv delle sue opere più introspettive. Le difficoltà che Mark ha nel rapportarsi al genitore sono visibili chiaramenti in un suo video che ha delle sembianze di forte ossessività seppure costruite in un ambito molto semplicistico. Questo però non è il solo lavoro che l’artista ha dedicato a questa sua ansia di comunicazione con il padre, da ricordare sono Dedication del 2008 e Father del 2001.
La mostra presenta anche numerosi autoscatti fotografici. Sia quelli drammatici che Raidpere ha fatto nel 1997 all’interno del lavoro IO, in cui si mostra l’artista nudo e in posture isteriche, segno questo di una chiara sensazione di dolore e alienazione che deve aver vissuto in quegli anni, sia quelli più recenti, e certamente più tranquillizzanti, immortalati nel suo soggiorno napoletano.

Per approfondimenti rivolgersi a:
FONDAZIONE MORRA GRECO
Largo Avellino, 17 80138 Napoli – tel: +39 081210690/+39 0815510343 www.fondazionemorragreco.com
La mostra si protrarrà fino al 7 dicembre 2012 – La Fondazione è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

L’Anima di Napoli: 9 artisti in mostra al Palazzo Venezia dal 4 al 10 febbraio

La Rassegna d’arte verrà presentata il 4 febbraio 2016, nella sala espositiva della Galleria del ...

Rassegna d’arte a Palazzo Venezia: L’Anima di Napoli

Il 4 Febbraio verrà inaugurata  presso la Galleria del Palazzo Venezia la Rassegna d’Arte e ...

“Io Non Sono Io”: Boris Miklhailov al Madre

Da  Sabato 14  Novembre a  Lunedi’ 1 Febbraio 2016 il Madre, Museo d’arte Contemporanea sito ...

Plastic Village: Il limite imperfetto tra architettura e design

Plastic Village Il limite imperfetto tra architettura e design A cura di Cherubino Gambardella In ...

Antonello da Messina al Palazzo Zevallos

Dal 5 al 10 Dicembre il Palazzo Zevallos Stigliano sito in Via toledo ospiterà un ...