Home / Itinerari Napoli / Per le vie di Ercolano, ecco una piccola fotogallery

Per le vie di Ercolano, ecco una piccola fotogallery

Per le vie di Ercolano, ecco le più importanti

Dal viale di accesso agli scavi si giunge al cardine III ove sono le case scavate all’inizio del secolo scorso, la casa di Aristide, la casa di Argo, la casa dell’Albergo, complessi di impianto singolare ove grande spazio è dato al giardino (Per le vie di Ercolano-Casa di Argo).Per le vie di Ercolano immagine

Più a monte sono le terme, divise nelle due sezioni maschile e femminile con bei pavimenti a mosaico. Si percorre quindi il decumano massimo che doveva costituire il centro della vita pubblica cittadina: sul lato settentrionale, esplorato nell’ottocento, sono edifici pubblici, tra i quali la basilica, mentre lo scavo di questi ultimi anni ha messo in luce il porticato, su più piani, che precedeva quegli edifici ed un arco quadrifronte con decorazione in stucco.

Sul lato meridionale c’è un piccolo edificio sacro, dedicato ai Lari pubblici, e poco oltre la casa del Bicentenario, ove al piano superiore si è trovato un pannello a stucco con un incasso a forma di croce: varia e discorde l’interpretazione della scoperta, perché secondo alcuni studiosi è questo il segno cristiano della Croce, quindi la più antica testimonianza del simbolo e del culto, mentre altri studiosi negano tutto ciò e propongono differenti ipotesi (Per le vie di Ercolano- Lari pubblici).Per le vie di Ercolano foto All’estremità del decumano è l’ingresso ad un grande salone e quindi al complesso della palestra, la quale si sviluppa su due livelli a partire da qui e lungo il cardine V.

Elementi principali del complesso, oltre il salone, sono il vestibolo di accesso al cortile porticato, il cortile stesso e la vasca cruciforme che è al centro, il salone absidato ove forse si premiavano i vincitori.

Seguono, lungo lo stesso cardine, altre case ove si nota buon garbo e ricchezza negli elementi che le costituiscono, la casa del Rilievo di Telefo, la casa della Gemma e soprattutto la casa dei Cervi. In quest’ultima, da un ingresso piuttosto modesto si passa alla sala tricliniare, ove sono le sculture che hanno dato il nome alla casa, e di qui al grande giardino cinto da un corridoio fenestrato ed al salone e le stanze di siesta che affacciano verso il lido.

Varcando la porta Marina, si esce dalla città e si giunge alle terme suburbane, costruite nell’ultimo periodo della vita di Ercolano. con vasti ambienti e servizi decorati in marmo e in stucco, ma senza le tradizionali ripartizioni in due settori.

Accanto si trova un’area scoperta con il monumento onorario del proconsole M. Nonio Balbo e, sempre fuori le mura, seguono complessi di culto. Si rientra in città risalendo il cardine IV e lungo questa via si incontra un’altra delle grandi dimore ercolanesi, che dal bel pavimento musivo dell’atrio prende il nome di casa dell’Atrio a Mosaico.

Qui l’atrio è seguito da un salone a tre navate a pilastri; vi è poi orientato verso il lido un giardino con corridoio fenestrato che termina in una sala tricliniare ed una terrazza panoramica. Sullo stesso cardine, ma più a monte, sono degne di nota la casa Sannitica che conserva in gran parte il suo aspetto originario di età preromana, con il loggiato al piano superiore; la casa di Nettuno e Anfitrite che si chiama così per il raro esempio di mosaico parietale di tal soggetto sito nel triclinio estivo scoperto, e per l’annessa bottega, la meglio conservata fra le molte scoperte qui e a Pompei; e la casa del Bel Cortile, di pianta singolare, ove le stanze al pianterreno si sviluppano intorno ad un cortiletto dal quale parte una scalinata d’accesso al terrazzo ed agli ambienti del piano superiore.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Maggio dei Monumenti 2017: Dal Principe Totò ai teatri partenopei

Per quest’anno Maggio dei Monumenti è dedicato al grande Totò, per omaggiare il più grande ...

La Cappella Sansevero e i Segreti Del Principe

Da piazza San Domenico in cui sorge il palazzo dell’alchimista, fino ad una delle perle ...

Vivere nel racconto: Laboratorio Ricreativo per bambini

Anima di Napoli presenta Laboratorio RiCreativo “Vivere nel Racconto” a cura di Paola De Cicco ...

I Misteri del Borgo Orefici

” Il borgo Orefici” un viaggio tra presente e passato alla riscoperta dell’antico borgo della ...

Pompei: Tour alla scoperta dell’antica vita pompeiana

Viaggio alla scoperta della vita quotidiana degli abitanti di Pompei prima dell’eruzione che sommerse la ...