Home / Itinerari Napoli / Storia / Pianofort e nott'

Pianofort e nott'

PIANEFFORTE ‘E NOTTE

Nu pianefforte ‘e

notte

Sona lontanamente

E ‘a musica se sente

Pe ll’aria suspirà.

E’ ll’una: dorme ‘o vico

Ncopp’a sta nonna nonna ‘e nu mutivo antico ‘e tanto tempo fa.

 

Dio, quanta stelle cielo!

Che luna! E c’aria doce!

Quanto na bella voce

Vurria sentì cantà!

 

Ma solitario e lento

More ‘o mutivo antico;

se fa cchiù cupo o vico

dint’a all’oscurità.

 

Ll’anema mia surtanto rummane a sta funesta.

Aspetta ancora.

E resta, ncantannose, a penzà.

Salvatore Di Giacomo

1 Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Lo splendore della Cappella Sansevero sotto il ramo d’Aquino

La cappella Sansevero si rese celebre con lo scienziato e filosofo alchimista spirituale don Raimondo ...

Teresa Filangieri Ravaschieri e le sue opere di carità per Napoli

Teresa Filangieri dei duchi di Satriano e principi di Taormina nasce a palazzo Filangieri nel ...

La litografia a Napoli

Nel 1816 la litografia inventata da un tedesco Aloisio Senefelder nel settecento, arriva a Napoli ...

Giordano Bruno a Napoli

Tra i pochi documenti sulla nascita e sulla giovinezza di Giordano Bruno, ci rifacciamo alle ...

Via Duomo: Gli intrighi di corte tra Lucrezia d’Alagno e Alfonso I d’Aragona

Via Duomo è il Cardo Major, il cardo più grande (più lungo e più largo) ...