Home / Itinerari Napoli / Storia / Le donne e il teatro: Tina Pica

Le donne e il teatro: Tina Pica

Tina Pica, il cui vero nome era Annunziata, nacque a Napoli, a ridosso del Borgo S. Antonio Abate il 31 Marzo del 1884 e morì nella stessa Napoli il 16 Luglio 1968, è figlia d’arte, entra subito a far parte della Com

pagnia Federico Stella, al teatro San Ferdinando. Attrice giovane e poliedrica veste i panni di svariati personaggi, anche maschili, e il suo fisico piccolo e sottile non sarà mai un ostacolo. Attrice comica, drammatica, show girl non conosce ostacoli e s’impone come caratterista d’eccezione.
L’unione con Eduardo De Filippo, a livello artistico, la consacrano al grande pubblico; è con lui che la sera dell’inaugurazione della nuova gestione del teatro acquistato da Eduardo De Filippo con la commedia: Palummella zompa e vola. L’incontro col grande pubblico lo avrà con il personaggio di Caramella nella fortunata serie con De Sica in Pane amore e…, grazie alla quale vince il nastro d’Argento nel 1954; con Nonna Sabella, La zia d’America e Destinazione Piovarolo. Sono inimitabili i duetti che vengono a crearsi tra quelli che saranno i personaggi più importanti del Cinema Napoletano.

Le persone che l’hanno vista, hanno sempre pensato che nella vita fosse la stessa vecchietta acida e scontrosa che appariva solitamente nei film,in realtà non è così, Tina Pica ebbe due mariti, uno che morì molto giovane dopo pochi anni di matrimonio e un altro: l’appuntato Vincenzo Scarano che le fu compagno di vita per oltre 40 anni.

Spigolosa, anticonformista fino agli eccessi, con la sua voce quasi caricaturale,Tina Pica morirà a Napoli nel 1968, ultraottantenne, lasciando un vuoto incolmabile ed un tenero ricordo in quanti la apprezzarono e tuttora hanno

modo di conoscerla. A Roma le è stata intitolata una via e a Napoli un giardino.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Lo splendore della Cappella Sansevero sotto il ramo d’Aquino

La cappella Sansevero si rese celebre con lo scienziato e filosofo alchimista spirituale don Raimondo ...

Teresa Filangieri Ravaschieri e le sue opere di carità per Napoli

Teresa Filangieri dei duchi di Satriano e principi di Taormina nasce a palazzo Filangieri nel ...

La litografia a Napoli

Nel 1816 la litografia inventata da un tedesco Aloisio Senefelder nel settecento, arriva a Napoli ...

Giordano Bruno a Napoli

Tra i pochi documenti sulla nascita e sulla giovinezza di Giordano Bruno, ci rifacciamo alle ...

Via Duomo: Gli intrighi di corte tra Lucrezia d’Alagno e Alfonso I d’Aragona

Via Duomo è il Cardo Major, il cardo più grande (più lungo e più largo) ...