Home / Curiosita / Leggende / "Na tazzulell' e Cafè"

"Na tazzulell' e Cafè"

La frase più frequente a Napoli?? “Prendiamoci un caffè!, potrebbe sembrare paradossale, ma è la scusa giusta che i napoletani usano per rilassarsi un pò dallo stress della giornata, dalla routine quotidiana, al lavoro come nel tempo libero. Quel succo nero è senza dubbio il motivo per una chiacchierata in leggerezza.

A Napoli il caffè è un rito, ma forse più di tutte le altre forme,rappresenta un vero bussiness. Una tradizione talmente forte e talmente resistente da aver consacrato in Italia e nel mondo il famoso“l’espresso napoletano”; una tradizione che ferma le sue radici nel 1700 quando nell’antica capitale duosiciliana se ne sorseggiava almeno una tazza al giorno.

Il caffè arriva in Europa dalla Turchia e penetra a Napoli attraversando  Vienna, città d’origine di Maria Carolina D’Asburgo-Lorena. Dopo aver sposato Re Ferdinando di Borbone, lo portò nella cultura della città   perchè non voleva rinunciarvi nelle sua nuova vita partenopea. Da quest’incrocio, Napoli divenne capitale italiana del caffè con la tostatura più apprezzata. Maria Carolina fu sorella di Maria Antonietta di Francia, della quale si racconta

che prima di arrivare al patibolo volle bere una tazza di caffè. Furono le due sorelle sovrane austriache a portarlo nel sud italia e ad abbinarlo al cornetto, creando l'unione che oggi regna tra le mattine dei Napoletani
Tutto ebbe inizio con l

x

Check Also

I Misteri del Monastero di Santa Chiara: il fantasma della regina Giovanna

La cittadella francescana voluta da re Roberto d’Angio’ e da sua moglie Sancia di Maiorca ...

L’amore eterno di Vesuvio e Capri

La struggente storia d’amore di Vesuvio e Capri, innamorati e lontani? E’ una storia questa ...

O’ Munaciello

La storia de O’ Munaciello ha origini antiche, la sua figura è vestita di  leggende ...

La Strega di Port’alba

Uno dei tantissimi racconti che si tramandano oralmente in questa parte della città narra della ...

Santa Patrizia Patrona di Napoli

Venerata a Napoli come santa protettrice, la sua leggenda risale al XII sec. quando si ...