SEGUICI SU:

+39 373 9042367
Top
 

Va in scena il dramma quotidiano del carcere minorile di Nisida

Tour Napoli / Eventi  / Va in scena il dramma quotidiano del carcere minorile di Nisida

Va in scena il dramma quotidiano del carcere minorile di Nisida

A breve ripartiranno le mattinate di “Marialuna” lo spettacolo di Pino De Maio frutto del Laboratorio con i ragazzi di Nisida. Un progetto auto-sostenuto,in materia ambientale si direbbe eco-sostenibile! Siamo ormai abituati ad assistere ad

 oscene rappresentazioni di registi Nord-Europei con 100 attori e 3 spettatori finanziate esclusivamente dagli Enti Pubblici. “Marialuna” invece continua il suo percorso in autonomia grazie al sacrificio di tanti e un sistema sostenuto dal passaparola di insegnanti e operatori sociali che coinvolgono classi e scuole intere facendone di un musical uno strumento didattico. Se non sapete di cosa sto parlando guardate il servizio di Alessio Viscardi su www.fanpage.it
Una vita tutta in salita, uno spettacolo di Pino De Maio che parla della vita difficile dei minori a rischio dietro le sbarre del carcere

minorile di Nisida. Tra sogni infranti e speranze reali, ecco il nostro reportage dietro le quinte.
“Una vita in salita” ripetono ciclicamente i ragazzi sul palcoscenico, spesso si fa fatica a distinguere quali di loro sono attori professionisti e quali sono i ragazzi detenuti nel carcere minorile di Nisida, in permesso speciale per poter partecipare alle prove generali. MARIALUNA, l’opera teatrale scritta e diretta da Pino De Maio andrà il scena sabato 12 e domenica 26 febbraio al Teatro Sannazzaro. La trama sintetizza i venti anni di lavoro dell’autore con i minori a rischio e con quelli che già delinquono.La Marialuna che dà il titolo allo spettacolo rappresenta una ragazza di sedici anni stanca della violenza e del male che attanagliano il suo quartiere della periferia di Napoli. La sua voglia di libertà, però, si trasformerà in una condanna: inchiodata a un letto di ospedale dopo aver assistito attonita all’omicidio di un amico sotto il colpi di arma da fuoco. Una vittima innocente di una faida tra clan rivali che si contendono uno stesso territorio. Le tematiche affrontate dalla piece, però, non si fermano qui e spaziano dai tossici che finiscono al carcere di Poggioreale, alla voglia di riscatto di chi ha commesso un errore nella propria vita e si è già pentito.

Commenti
You don't have permission to register