Home / Musica / Voce ‘e notte

Voce ‘e notte

Si ‘sta voce te scéta ‘int”a nuttata,
mentre t’astrigne ‘o sposo tujo vicino…
Statte scetata, si vuó’ stá scetata,
ma fa’ vedé ca duorme a suonno chino…

Nun ghí vicino ê llastre pe’ fá ‘a spia,
pecché nun puó’ sbagliá ‘sta voce è ‘a mia…
E’ ‘a stessa voce ‘e quanno tutt’e duje,
scurnuse, nce parlávamo cu ‘o “vvuje”.

Si ‘sta voce te canta dint”o core
chello ca nun te cerco e nun te dico;
tutt”o turmiento ‘e nu luntano ammore,
tutto ll’ammore ‘e nu turmiento antico…

Si te vène na smania ‘e vulé bene,
na smania ‘e vase córrere p”e vvéne,
nu fuoco che t’abbrucia comm’a che,
vásate a chillo…che te ‘mporta ‘e me?

Si ‘sta voce, che chiagne ‘int”a nuttata,
te sceta ‘o sposo, nun avé paura…
Vide ch’è senza nomme ‘a serenata,
dille ca dorme e che se rassicura…

Dille accussí: “Chi canta ‘int’a ‘sta via
o sarrá pazzo o more ‘e gelusia!
Starrá chiagnenno quacche ‘nfamitá…
Canta isso sulo…Ma che canta a fá?!…

 

1903-1904

Testo: Edoardo Nicolardi
Musica: Ernesto De Curtis.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

La Musica a Napoli: tra antiche tradizioni ed il ritmo contemporaneo

Quando si parla di musiche e canzoni Napoletane, si é continuamente combattuti, soprattutto per l’oscillazione ...

Poesie per Napoli

Napoli:  na camminat ncopp  Margellina , na’ facc’ e na cartulin cancellat  acopp a nu ...

La Festa di Piedigrotta: La rivista

La canzone napoletana nel periodo che va dall’800 al 900, conosce oltre ad un riconoscimento ...

La Tammorriata napoletana

Le sue origini si perdono nella notte dei tempi ed è una delle danze più ...

41° Parallelo: Le origini del rap a Napoli

41° parallelo è la linea immaginaria che sta all’equatore e congiunge idealmente due capitali di ...