SEGUICI SU:

+39 373 9042367
Top
 

Le bellezze della Napoli nascosta. Un approfondimento su Napoli sotterranea

Tour Napoli / Itinerari Napoli  / Le bellezze della Napoli nascosta. Un approfondimento su Napoli sotterranea
Napoli sotterranea

Le bellezze della Napoli nascosta. Un approfondimento su Napoli sotterranea

[:it]

Molti purtroppo tristemente riconduco la città del patrimonio campano a gli eventi di micro e grande criminalità che la affliggono nel recente passato. Tanti continuano ad ignorare le bellezze della Napoli nascosta.

Quello che invece tanti non sanno è che Napoli è una città dalla storia infinita affascinante e da un patrimonio culturale unico. Infatti la città partenopea che fu fondata addirittura dai Greci, ha una storia millenaria!
Successivamente, la città, continuò ad esistere con il suo splendore durante l’impero romano dove ebbe un altro periodo di ricchezza. Inoltre non dobbiamo dimenticare che ha dato in natali a tanti artisti, musicisti e poeti. Solo tra i recenti basta fare nomi come Totò o Pino Daniele.

Napoli sotterranea

Napoli sotterranea

Questa vena artistica della città viene amplificata dai suoi magnifici paesaggi che donano una innata passione ai suoi abitanti.
In pochi però sanno delle bellezze della Napoli nascosta. Un patrimonio unico al mondo e che nessun altra città può vantare.
Infatti in genere camminando nella Napoli di sopra si rimane letteralmente folgorati dalle bellezze paesaggistiche e non solo. Famosissime e rinomate per la loro bellezza sono proprio le ragazze napoletane.
Quello che invece l’ignaro passeggero o turista non sa è la magia che può offrire la Napoli di sotto.
Infatti vi è completamente un’altra città, con un background e tradizioni antichissime, che ha vissuto tantissime storie ed avventure, le stesse, se non di più, della Napoli di sopra.
Però per comprendere a pieno la bellezza di Napoli sotterranea bisogna capire che la città stessa è frutto di diverse stratificazioni sia urbanistiche che culturali.

Dato che la città nascosta si estende davvero sotto tutta Napoli è abbastanza semplice capire quanto complesso e dispersivo sia il tracciato da dover seguire per visitare i cunicoli con criterio.
Proprio alcune associazioni culturali locali si sono interessate delle faccenda e si sono cimentate anche per la pulizia e segnaletica dei tracciati per questo leggendario sito archeologico.

Le bellezze della Napoli nascosta. I percorsi

Si può avere accesso a questo gigantesco sito archeologico da due punti. Uno è situato nei quartieri spagnoli, mentre l’altro è a Piazza San Gaetano. I due tragitti sono appena diversi ma in entrambe le situazioni ti troverai cunicoli che ti mostreranno oltre al magnifico tufo, chicche come la leggenda del “munaciello”.
Mentre nella Piazza Plebiscito potrai trovare sui muri scritte e testimonianze degli artisti di via Chiaia che si erano nascosti li durante le guerre.

Il viaggio nella Napoli sotterranea come puoi immaginare è un percorso misterioso e ricco di fascino, ideale per le giovani coppie che cercano un itinerario all’insegna dell’avventura. La brezza che si prova nell’attraversare gli stretti cunicoli lo rende perfetto per un primo appuntamento grazie al fascino del suo percorso e scoprendo quale dei due avrà più paura.

Napoli sotterranea breve premessa storica

La Napoli che oggi conosciamo in realtà poggia le sue basi su una fitta trama di vicoli e vicoletti. Queste galleria sono state in principio scavate dai Greci, come accennato poco fa, fondatori della città, per l’estrazione di tufo destinato alla costruzione della città.
Successivamente sono state utilizzate come acquedotto ma avendo sempre come scopo principale quello di essere cave di tufo.

Durante il regno angioino però per la grande espansione della città fu proibito tramite una serie di leggi di estrarre materiale da costruzione in città e quindi anche lo stesso tufo. Una legge abbastanza severa ma necessaria per evitare il sovraffollamento di una delle città più importanti d’Europa all’epoca.
Tuttavia si sa i napoletani non sono il classico popolo che rimane soggiogato alle leggi. Quindi anche questa volta trovarono uno escamotage. Ingrandendo le dimensioni delle cisterne dell’acquedotto fu ricavato altro tufo da destinare alle costruzioni.

Tuttavia ad oggi, dato questa attività, la città si sviluppa principalmente sopra una superficie convessa, e ciò ha creato una fragilità estrema nelle strada che in caso di alluvioni possono dare vita a veri e propri mini burroni.

Napoli sotterranea: da nascondiglio di guerra a scarico di rifiuti

Formata da una discesa di 140 gradini e ben 40 metri sotto la superficie della strada! I cunicoli qui presenti a mala pena riescono ad essere attraversati da una persona e richiedono di essere illuminati per intero attraverso le candele. Che emozione e che scenario!

Questa parte di percorso oltre ad avere la storia dalla sua con splendore delle antichità romana che riecheggia nei cunicoli è stato anche utilizzato da nascondi di guerra durante l’ultimo conflitto mondiale.

Sul sito ufficiale potrete trovare tutte le informazioni in merito ad orari, approfondimenti e prenotazioni.
Infatti questi cunicoli sono stati messi a protezione della popolazione e vi hanno trovato rifugio circa 4000 napoletani nell’attesa che i bombardamenti finissero e si ritornasse alla vita normale.
Ad ogni modo queste persone una volta uscite hanno visto una città completamente diversa e distrutta nella sua bellezza architettonica dalla guerra.

Negli anni 80, tristemente questa città sotterranea è stata trasformata in una sorta di discarica. Rifiuti ed elementi tossici l’hanno fatta da padrona.
Per fortuna però l’attività di diversi volontari e le forti associazioni culturali si sono incaricati di ripulire la città sottoterra ed oggi è finalmente visitabile e godibile a pieno da tutti.
Il costo del biglietto è di solo 10 euro. E tu che fai? Corri a visitarla.

[:]

Commenti
Post Tags:
You don't have permission to register