SEGUICI SU:

+39 373 9042367
Top
 

Piazza San Domenico

Piazza San Domenico

Piazza San Domenico rappresenta un impianto architettonico di epoca aragonese, in cui convivono lietamente differenti stili architettonici. E’ parte integrante di Spaccanapoli, strada corrispondente a quello che, nell’impianto della città greco-romana, era l’antico decumano inferiore; il suo lato orientale corrisponde al tracciato delle mura greche.
Nella Piazza troviamo, l’abside poligonale  la spettacolare chiesa di S.Domenico Maggiore con l’annessa scalinata, costruita tra la fine del ‘200 e l’inizio del ‘300 in stile gotico gotiche, in cui soggiornarono S.Tommaso d’Aquino e Giordano Bruno.
Alla sinistra di S.Domenico Maggiore, e inglobata nella basilica, si trova l’antica chiesa di Sant’Angelo a Morfisa, con un elegante portale quattrocentesco.
Sugli altri tre lati della piazza, sorgono palazzi rinascimentali e barocchi: il palazzo Corigliano, cinquecentesco, sede di dipartimenti dell’Università Orientale, che conserva ancora interni settecenteschi; il palazzo Sangro di Casacalenda, parzialmente costruito da Luigi Vanvitelli; il palazzo Petrucci, di origine quattrocentesca.
Al centro della piazza sorge la guglia, sulla cui sommità ritroviamo la statua di San Domenico, eretta nel Settecento come ex-voto in seguito alla fine di un’epidemia di peste.
Oggi Piazza San Domenico rappresenta luogo di aggregazione e di incontro per i giovani napoletani, per gli studenti provenienti da varie città italiane e turisti provenienti da tutto il mondo facendola divenire scenario multiculturale e multietnico.

Commenti
You don't have permission to register